CORSO INTRODUTTIVO ALL'ARMONICA DIATONICA


LEZIONE 11 - BENDING SULLE NOTE ASPIRATE

Suonare l'armonica ed effettuare il bending

Benvenuto! Questa pagina è stata integrata con il materiale audio e le partiture in formato tabellare per aiutare i non vedenti a seguire la lezione. I link per scaricare il materiale e quelli per la navigazione nelle altre pagine li trovi qui sotto. Contattami se vuoi informazioni riguardo alle lezioni personali.

Materiale della lezione con partiture e file audio.

Indice delle lezioni.

Pagina dei contatti.

In questa lezione utilizzo un'armonica in LA (A)

Quando si parla di armonica diatonica o di armonica blues, non si può non pensare al bending. Tutti quelli che si avvicinano a questo strumento si fanno contagiare dalla febbre delle note piegate, tanto che spesso questo aspetto del suonare l’armonica diventa quasi un’ossessione. Intendiamoci, il bending ci eleva notevolmente di livello riguardo al nostro modo di suonare ma non esiste solo quello. Prima di imparare il bending è necessario imparare a suonare bene le note che lo strumento ci mette a disposizione di suo, poi piano piano si aggiungono le note mancanti imparando questa tecnica. Ho trovato sul mio cammino molti studenti, specialmente autodidatti, che perdono un sacco di tempo a imparare a fare il bending e che sono ancora molto carenti nel suonare le semplici note, con il giusto senso del ritmo, e con un emissione pulita.

Il bending è un fenomeno fisico che noi provochiamo sulle ance dell’armonica, e che fa si che mentre un’ancia stia vibrando, la sua corrispondente dall’altra parte del corpo cominci a vibrare insieme ad essa. Per esempio, se aspiriamo il foro due e applichiamo la tecnica, anche l’ancia che di solito vibra quando soffiamo inizia a vibrare. Le due producono il suono lavorando in sinergia.

La tecnica del bending si attua modificando la configurazione del cavo orale, rimodellando quindi la zona di passaggio dell’aria da e verso l’armonica.  I bending che si imparano per primi sono quelli aspirati, precisamente sui fori 1,2,3,4 e 6.  

Nella lezione suonerò le note che otteniamo applicando la tecnica ai vari fori. Per ogni foro, suonerò la nota normale aspirata, poi tutte le note ottenibili con il bending, terminando poi con la nota soffiata. Alcuni fori producono un maggior numero di suoni “piegati”, nel dettaglio i fori 1,4 e 6 ne producono uno, il foro 2 ne produce 2, mentre il foro 3 ne produce 3. Notate che in totale, sul foro 3 possiamo suonare ben 5 note diverse!

Se vuoi imparare a effettuare il bending delle note sull'armonica a bocca armati di pazienza perchè questa tecnica per essere appresa può richiedere anche mesi. Buon lavoro!