VIDEO ESERCIZI E DIMOSTRAZIONI


SUONARE CHITARRA E ARMONICA INSIEME – PRIMI PASSI CON UN’ARMONICA IN DO

Uomo che suona l'armonica e la chitarra insieme

Benvenuto! Questa pagina è stata integrata con il materiale audio e le partiture in formato tabellare per aiutare i non vedenti a seguire la lezione. I link per scaricare il materiale e quelli per la navigazione nelle altre pagine li trovi qui sotto. Contattami se vuoi informazioni riguardo alle lezioni personali.

Materiale della lezione con partiture e file audio.

Armonica utilizzata: DO(C).

Hai deciso di imparare a suonare la chitarra e l’armonica insieme? Sei nel posto giusto!

Come avrai potuto leggere nei miei articoli riguardanti questo argomento, se vuoi unire chitarra e armonica è necessario prima imparare a suonare il singolo strumento in maniera soddisfacente. Solamente quando padroneggiamo abbastanza la tecnica di ognuno dei due possiamo cominciare a lavorare a quello che effettivamente diventa un terzo nuovo strumento. Quello che ti sto dicendo è che quando mettiamo assieme la chitarra e l’armonica, non le stiamo semplicemente suonando una sull’altra ma le stiamo suonando una “con” l’altra. La differenza è enorme. Se prendiamo un chitarrista che non ha studiato abbastanza l’armonica da sola, il tipo di esecuzione che potrà svolgere sarà decisamente elementare, la stessa resa la troveremmo in un armonicista che prima di mettere assieme i due strumenti no ha studiato la chitarra da sola per alcuni anni. Questo concetto si può riassumere in una semplice affermazione: più sappiamo suonare la chitarra da sola e l’armonica da sola, meglio le suoneremo assieme.

Nella lezione di oggi vediamo come possiamo utilizzare un’armonica in DO sulla chitarra acustica. Naturalmente quello che impareremo vale anche per la chitarra elettrica, ognuno può seguire i suoi gusti e sperimentare come vuole e sono sicuro che unendo l’armonica a bocca a diversi strumenti (come ad esempio il pianoforte) possiamo ottenere davvero delle sonorità interessanti. Se ci pensate un attimo l’armonica ha il grosso vantaggio di poter essere posta su un supporto che ci permette di avere le mani libere, quindi sostanzialmente la potremmo suonare unendola a qualsiasi strumento: escluderei il violino perché viene appoggiato nella zona dove il rack rimane ancorato al nostro torace.

L’armonica in DO può essere suonata su brani di diversa tonalità. Tra queste naturalmente abbiamo il DO maggiore, ma anche il SOL maggiore, così come il RE minore o il MI minore. Come vedi, con la stessa armonica possiamo suonare su tanti brani diversi, quello che dobbiamo sapere per poter fare questo è dove le note si trovano sul nostro piccolo strumento. Oggi vi mostro come suonare questa armonica sulla tonalità di DO maggiore: in questo caso si dice che lavoreremo in prima posizione.

Le note fondamentali per questa tonalità le troviamo su tutti i fori soffiati. Infatti sui fori da 1 a 3 abbiamo le note DO, MI e SOL. Queste tre note vengono ripetute fino al foro 10, coprendo l’estensione di tre ottave. Nella zona centrale dello strumento, utilizzando i fori dal 4 al 7 sia soffiati che aspirati, abbiamo tutte le note che compongono la scala di DO maggiore. Questo significa che ci basta utilizzare questi quattro fori per poter suonare nella tonalità che abbiamo scelto. Sui fori da 1 a 3 e da 8 a 10 aspirati abbiamo ancora note della scala di DO maggiore ma ne mancano alcune. Per questo motivo potremmo definire la zona centrale dell’armonica (fori da 4 a 7) una zona “sicura” dove suonare in prima posizione. Le altre due zone (fori da 1 a 3 e da 8 a 10) possono essere completate producendo le note mancanti per mezzo della tecnica del bending. Oggi non parliamo di bending e ci affidiamo alle note che lo strumento ci mette a disposizione di suo.

Per esercitarci a suonare sulla chitarra, prenderemo una sequenza di accordi della tonalità di DO maggiore e su di essa eseguiremo con l’armonica le note della scala musicale. Gli accordi che ho scelto per questo esercizio sono i seguenti:

DO, SOL, LAm, MIm, FAmaj7, DO, Rem7, SOL7.

La prima parte dell’esercizio è fatta con gli accordi e la seconda utilizza al loro posto gli arpeggi: noterai che suonando la sequenza di note con l’armonica sugli arpeggi l’effetto che otteniamo è decisamente piacevole, poiché in sostanza stiamo armonizzando una melodia. Potrai facilmente intuire che conoscendo diverse tecniche di esecuzione con la chitarra, così come per l’armonica, avrai maggiori possibilità di suonare qualcosa di originale e articolato.

La parte finale di questa lezione ti dimostra come possiamo divertirci a suonare un brano con le note che abbiamo appena imparato: si tratta di una famosissima canzone di Vasco Rossi intitolata “Alba chiara”. Buona musica!

Armonica in DO con tutte le sue note soffiate e aspirate