SUONARE L'ARMONICA - HERPES LABIALE E BOCCA ASCIUTTA

Harpes simplex e armonica

Per chi suona l’armonica, così come ogni altro strumento a fiato, non è raro avere a che fare con alcuni piccoli fastidi; tra questi, molto comuni sono il problema dell’herpes labiale e il sintomo della bocca asciutta. Nella maggior parte dei casi questi inconvenienti non pregiudicano la pratica, alcune volte tuttavia, specialmente nel primo periodo di studio, questi problemini possono compromettere la buona riuscita di una performance.

Come possiamo gestire questi fastidiosi momenti in cui il nostro corpo sembra non voler collaborare? Diamo un’occhiata più da vicino all’argomento.

L’herpes labiale, causato da un virus chiamato HSV-1 è definito come herpes di tipo 1: una volta infettati, rimane nel nostro corpo nei gangli nervosi e si manifesta ciclicamente, con delle eruzioni più o meno evidenti, accompagnate da prurito, bruciore e tutti quei sintomi che aimè, tanti di noi conoscono sin da bambini. L’outbreak, ovvero la sfogo superficiale sulle labbra, avviene specialmente nei momenti di maggior stress, quando il nostro sistema immunitario è più debole.
Ci sono tanti articoli informativi riguardo al trattamento dell’herpes, sappiate che con opportuni farmaci si riesce a tenerlo a bada. Questa è un’ottima notizia per chi per esempio deve fare qualcosa di importante un dato giorno: basta assumere il farmaco a partire da qualche giorno prima, e si può prevenire la manifestazione cutanea nel giorno importante.
Quello che mi sento chiedere a volte dagli studenti, è se suonare l’armonica quando l’herpes è evidente sulle labbra è pericoloso. Intanto, dal punto di vista teorico questo virus riesce a vivere fino a otto settimane su una superficie asciutta, a seconda poi dal grado di umidità e dal fatto che la superficie sia organica o meno (per esempio le armoniche col corpo in legno hanno materiale organico), il tempo di vita del virus cambia. Se vogliamo disinfettare l’armonica, basta l’alcool, è un agente che uccide efficacemente il virus dell’herpes.
Quello che devi sapere, è che la tua armonica non ti ritrasmetterà il virus quando l’eruzione sarà finita; è tuttavia importante che non presti lo strumento a nessuno, perché in quel caso potresti infettarlo. 
Il solo vero problema che hai quando suoni l’armonica con l’herpes, è che l’azione meccanica dello sfregare contro le labbra peggiora la ferita e quindi potresti sentire dolore. Io ti consiglio, nei giorni dove l’herpes si manifesta, di prenderti una pausa dallo strumento e fare altro, per esempio studiare teoria, ascoltare la musica che vorresti imparare a suonare e così via. La strada dello studente musicista è costellata di cose da fare, non ti preoccupare!
Un ultima cosa riguardo a questo argomento: se noti un incremento della frequenza nelle manifestazioni cutanee da quando suoni l’armonica, quasi sempre è dovuto allo stress, significa che ti stai applicando molto, e questo è un aspetto positivo!

Parliamo ora di un altro problema che affligge alcuni armonicisti: il sintomo della bocca asciutta. Quando suoni uno strumento musicale a fiato, può essere che fai fatica a gestire la salivazione, producendo quindi più saliva del normale oppure meno. Quello che accade spesso è che la saliva che produci in eccesso, può rimanere nella parte inferiore della bocca, dove rimane invece di essere ingerita. L’ingerimento della saliva comporta una certa reidratazione. Questo fenomeno, associato ai momenti di maggior tensione e ansia dovuti alle performances, produce la bocca asciutta, che può diventare un vero problema.

Anche il continuo inalare aria attraverso la bocca, tipico di chi suona l’armonica, può contribuire a questo fenomeno.
Vediamo come affrontare questo inconveniente con alcuni semplici consigli:
1) Bevi acqua naturale in discreta quantità, ed evita altre bevande.
2) Impara a sfruttare i momenti di silenzio tra una frase musicale e l’altra per mandare giù la saliva.
3) Lavora sulla tua imboccatura dell’armonica ricordando questo: più fai aderire le labbra allo strumento sigillando l’imboccatura, meno aria entrerà nella tua bocca quando suoni note aspirate, specialmente dai due lati. Questo asciugherà meno la bocca.
4) Impara qualche tecnica per rilassarti e controllare l’ansia da prestazione. Tutti noi, specialmente quando siamo principianti, abbiamo paura di affrontare il palco e il giudizio di chi ci ascolta suonare, anche se a casa tra i nostri amici o familiari. Pratiche come la meditazione e il training autogeno ti aiuteranno sicuramente.

Leggi anche l'articolo sulla gestione della saliva e delle labbra doloranti.