SUONARE L'ARMONICA - IL PROBLEMA DELLA SALIVA E DELLE LABBRA DOLORANTI

Armonica e labbra doloranti

Per chi suona l’armonica da poco, specialmente se ci si applica molte ore al giorno, ci sono alcune piccole difficoltà di tipo fisico con le quali bisogna fare i conti. In effetti, quando impari a suonare la blues harp, il tuo corpo comincia a fare delle cose alle quali non è abituato, e non sempre siamo in grado di gestire queste novità. Ci sono due problemi che accomunano i nuovi studenti di armonica: la gestione della salivazione e le labbra tagliate.

In questo articolo darò ai nuovi armonicisti alcuni semplici consigli per gestire al meglio questi fenomeni. 

Cominciamo con la questione della saliva quando si suona l’armonica:
è molto frequente, specialmente nei primi mesi di pratica. Se questo accade solo quando suoni non preoccuparti, se invece ti succede anche durante la giornata quando non suoni, allora dovresti indagare perché questo potrebbe essere sintomo di qualche condizione latente.
Noi parliamo ora della gestione della saliva quando suoniamo l’armonica: per capire come risolvere questo problema dobbiamo sapere come la saliva viene prodotta nella bocca.

Facciamo un esperimento: apri la bocca in maniera abbastanza ampia, rimani rilassato e tieni la lingua rivolta verso l’alto ma senza toccare il palato o i denti. Prova a produrre saliva, non dovresti riuscirci.
Ora chiudi la bocca e posiziona le labbra unite in avanti come quando vuoi mandare un bacio a qualcuno. Adesso tocca con la punta della lingua i denti e succhia tenendo la bocca chiusa. Con questo movimento riuscirai a produrre saliva. 
La saliva viene prodotta quando mangiamo, e il movimento della masticazione contribuisce alla sua secrezione. Quando suoni l’armonica, a seconda di dove posizioni la lingua della conformazione che assumi con le labbra, può essere che stai emulando parte del movimento della masticazione. 

I consigli che ti do sono i seguenti: 
1) Quando suoni mantieni i muscoli della bocca rilassati, specialmente quelli che muovono le labbra.
2) Cerca di non far sporgere troppo le labbra in avanti.

Un’altro fenomeno che ho sperimentato io stesso e con i miei studenti, è che suonando con la tecnica del tongue blocking (una volta appresa come si deve), si produce meno saliva. La lingua infatti rimane sulla superficie dell’armonica (non con la punta ma la parte subito superiore vicino ad essa). 

Vediamo adesso il problema delle labbra tagliate: il principiante dell’armonica spesso si ritrova con le labbra tagliate e a volte doloranti, specialmente nei bordi al lato, dove il labbro superiore e inferiore si uniscono. Quali sono le cause di questo fenomeno?
Prima di tutto, tutti i nuovi armonicisti tendono a mettere troppa forza quando suonano, spingendo la superficie dell’armonica troppo energicamente contro le labbra.
Cerca di evitare questa situazione, un armonicista esperto tiene lo strumento in posizione utilizzando una forza davvero minima, e aiutandosi con le dita indice per evitare che l’armonica scivoli via dalle mani. La forza necessaria è quella minima per garantire la tenuta dell’aria tra le labbra e l’armonica. 
Un altro aspetto da considerare è il tipo di armonica che suoniamo. Alcune hanno una superficie più liscia di altre, alcuni modelli addirittura hanno delle sporgenze che possono essere fastidiose e causare problemi alle labbra.
Prova con diverse armoniche per capire quella che è più comoda per la tua conformazione delle labbra e il tuo modo di suonare. Personalmente mi trovo molto bene con le Hohner Special 20, le Seydel 1847 classic, ma anche con le più economiche Suzuki Harpmaster.

Ultimo consiglio: vedo studenti di armonica alle prime armi ma anche alcuni più avanti che, nel tentativo di effettuare un buon cupping dell’armonica, la tengono all’angolo della bocca in strane posizioni: l’armonica deve stare quasi sempre di fronte alla bocca, non stiamo fumando la pipa! Buona musica a tutti.
Leggi anche l’articolo riguardo al problema della bocca asciutta e dell’herpes labiale.